Benvenuto sul catasto AIC online

Sei un nuovo cliente? Registrati!

La registrazione al sito permette di inserire/aggiornare le schede relative alle forre, caricare immagini ed inserire informazioni relative alle ultime discese.

Login

Dimenticata la password?

Non ancora registrato?

Val Clusa

  • Comune:  La Valle Agordina
  • Interesse:  SI
  • Bibliografia:  Canyoning Nord Italia - Pascal van Duin - Edizioni TopCanyon 2009
  • Sito web:   http://www.cicarudeclan.com 
  • Note:  Scesa il 12/09/2013, scorrimento scarso, tutte le pozze tuffabili con attenzione al legname presente in quantità, armi ok. Si raccomanda di uscire prima della diga, il livello ultrabasso e le rive fangose rendono estremamente faticoso uscire dalla briglia. Scesa il 30-8-2015 Ingresso a quota 900m circa, segnalato con fettucce di nylon su alberi.Attenzione che nella prima calata con deviatore potrebbe incastrarsi la corda in zolla d'erba! Portata scarsa ma ideale per stare tranquilli. Confermo : occhio a tuffarsi nel lago difficile uscire. Noi usciti a sx. Meglio usare il sentiero a destra prima di tuffarsi. Scesa in 6 ore, avvicinamento in 1h15'. Pozze spesso non troppo fonde. scesa 10.9.2016 aggiungo delle note importanti sulla sicurezza (fonte michelelapo). la presa d'acqua è quella dell'acquedotto di belluno(chiamato appunto della val clusa). nel corpo della diga passa il canale del cordevole che porta l'acqua alla centrale elettrica della stanga da dove,dopo aver fatto girare le turbine viene inviata in galleria nella parallela valle del mis e nell'omonimo lago.QUANDO VI E' ESUBERO DI ACQUA NEL SISTEMA LA VAL CLUSA FUNZIONA DA VALVOLA DI SCARICO.LO SCARICO AVVIENE PER SFIORO DEL CANALE .è QUINDI ALTAMENTE SCONSIGLIABILE SCENDERE LA VAL CLUSA QUANDO IL LAGO DEL MIS E' COMPLETAMENTE PIENO .IN CASO DI DUBBIO VALE LA PENA VERIFICARE I LIVELLI DEL LAGO. LA CONDOTTA è MOLTO GROSSA E I RILASCI POSSONO ESSERE ANCHE MOLTO GROSSI CON CONSEGUENZE FACILMENTE IMMAGINABILI. ALCUNI SALTINI NELLA PARTE BASSA NON SONO ARMATI O LO SONO MALE E CON PORTATE GROSSE LA DISARRAMPICATA POTREBBE DIVENTARE PROBLEMATICA.
  • Opere Idrauliche:  briglia a 3\4 di discesa - punto di sforramento
  • Inquinamento:  Acqua piu torbida in quota, meno in basso.
  • Cartografia:  Tabacco 1:25000 - 025 - Dolomiti di Zoldo Cadorine e Agordine
  • Quota Ingresso:  900 metri s.l.m.
  • Quota Uscita:  465 metri s.l.m.
  • Dislivello:  435 metri
  • Sviluppo in Pianta:  3500 metri
  • Litologia:  calcare
  • Bacino:  
  • Verticale Max:  40 metri
  • Frazionamento:  
  • Numero Calate:  39
  • Periodo:  luglio - settembre
  • Esplorazione:  Agosto 1987, GP. Biancucci, S. Matteoli, M. Menicucci, I. Panicucci, M. Sivelli

Azioni utente

  • Aggiungi foto
  • Info discesa
  • Modifica dati forra
Data discesa Portata Stato armi Note Utente
2017-11-03 30/40 sufficienti Scesa solo la parte bassa, dalla chiusa fino alla confluenza nel cordevole. Tutto esattamente immutato, pozze saltabili, armi tutti ottimi tranne quello prima della 30, decisamente insufficiente. franzmc
2016-09-10 SCARSA OK aggiungo un altra nota: il passaggio chiave (vedere foto)è un piano inclinato meandreggiante che porta a un salto di circa 15 metri.la partenza è in riva dx (mancorrente fisso).si consiglia caldamente l'utilizzo del deviatore o (meglio)dell'armo subito dietro lo spigolo a sx dell'uscita del piano inclinato.lo scivolo finisce con uno spigolo abbastanza vivo e in passato qualche corda si è lesionata proseguendo verso la fine della calata. david65
2015-08-30 sufficiente ottimi - buoni Salita in 1h15' fino a quota 900m circa dove il sentiero è piu vicino al torrente (uscire a destra: alberi segnati con fettucce di nylon). Attenzione che nella prima calata con deviatore potrebbe bloccarsi la corda a seguito di zolla d'erba. Tuffandosi nel lago a 3\4 di discesa (sforramento a destra) attenzione che uscirne non è banalissimo sopratutto con poca acqua. Le pozze saltabili ,per chi non la conosce, non sono tantissime perchè la profondità delle stesse è spesso limitata. Percorsa in 6h in 3 torrentisti yenkyy