Benvenuto sul catasto AIC online

Sei un nuovo cliente? Registrati!

La registrazione al sito permette di inserire/aggiornare le schede relative alle forre, caricare immagini ed inserire informazioni relative alle ultime discese.

Login

Dimenticata la password?

Non ancora registrato?

Fosso del Presale

  • Comune:  Piobbico
  • Interesse:  SI
  • Bibliografia:  Gole & Canyons Vol 1 Italia Centrale - Edizioni Adriambiente 1998
  • Sito web:   http://www.cicarudeclan.com  http://www.cens.it 
  • Note:  
  • Opere Idrauliche:  
  • Inquinamento:  
  • Cartografia:  1:25000 - M.te Nerone itinerari turistici-naturalistici sez. speleol. CAI Città di Castello
  • Quota Ingresso:  700 metri s.l.m.
  • Quota Uscita:  500 metri s.l.m.
  • Dislivello:  200 metri
  • Sviluppo in Pianta:  500 metri
  • Litologia:  calcare
  • Bacino:  
  • Verticale Max:  30 metri
  • Frazionamento:  
  • Numero Calate:  12
  • Periodo:  maggio - ottobre
  • Esplorazione:  A. Venturicci, M. Del Gaia, S. Bernabei, M. Bani - (1982)

Azioni utente

  • Aggiungi foto
  • Info discesa
  • Modifica dati forra
Data discesa Portata Stato armi Note Utente
2017-12-17 40-50 l/s Buono Acqua fredda ma niente ghiaccio, temperatura dell'aria intorno ai 2 gradi. Pozze tuffabili. A metà forra è stato spostato un armo (sulla calata da 3 metri strapiombante, di solito tuffabile) dal lato destro al sinistro orografico. pablog
2017-07-15 Assente Buono Lo scorrimento è praticamente assente, scorre un rivolo tra le pozze che le mantiene pulite e tuffabili. Alla base della calata da 16 m. la pozza è secca e non mi ricordo di averla vista mai vista in queste condizioni. Sempre alla base di questa calata sulla sinistra orografica sono presenti due anelli resinati per allestire teleferica (direi aggiunti di recente). pablog
2016-11-27 20-25 l/s Buono Ci sono i segni evidenti di una grossa piena passata nei giorni precedenti. Alla terza calata, dopo lo scivolo, la pozza è ora completamente inghiaiata si cammina con l'acqua al ginocchio, qui di solito non si tocca. Inoltre è sparito un grosso masso sul quale si saliva per raggiungere l'armo della quarta calata. Questo masso me lo ricordo da sempre e non si capisce dove sia finito, per chi conosce la forra sa che era grosso. In ogni caso gli armi anche se in alcuni punti coperti di foglie portate dall'acqua non hanno subito danni nella piena. pablog
2016-07-06 10 l/s Buono Poco scorrimento, acqua pulita e quasi calda. Sono stati aggiunti degli ancoraggi con catene resinate in alcuni punti dove è presente un armo singolo, in posti dove con poca acqua si disarrampica. Alla 5 calata, dove è presente un armo singolo e di solito si scende senza corda, è stata messa una bella catena Raumer magari un po' troppo in alto. pablog
2016-04-23 10 l/s Buono pablog
2015-11-29 poca ottimo percorsa in nove persone, temperatura aria alla partenza -3 gradi, temperatura acqua 5/6 gradi figaro
2014-11-23 30-40 l/s Buono Acqua pulita e fredda. La seconda calata, che ha sempre avuto la pozza piena di ghiaia, è ora tuffabile, la pozza è stata svuotata. pablog
2013-08-18 quasi nulla buono Pozze limpide, dove non sono secche, grazie ad un minimo scorrimento, ma proprio minimo. Si riesce quasi a scendere ala forra senza muta se non si è freddolosi: comunque l'acqua è fredda e all'ìinterno della forra la temperatura è intorno ai 20 gradi. pablog
2013-04-14 30 l/s buono Con l'aiuto di Amedeo e Biagio di San Benedetto abbiamo tagliato tutti gli armi vecchi, tranne quelli che a nostro giudizio potrebbero servire in caso di forte portata,eliminato anche l'ultimo cavetto di acciaio rimasto noccio
2012-11-25 20/30 ls buono Oggi insieme al Gruppo Speleologico Urbinate abbiamo integrato gli armi della Forra con catene Raumer resinate, ora tutti i salti hanno un ancoraggio con catena inviolabile. pablog
2012-10-14 circa 40 l/s Sufficiente Acqua limpida e non fredda. Pozze inghiaiate più del solito e possibile tutffare solo la calata prima della C16. Qualcuno si è portato via la catena della prima calata sostituendola con una catena da ferramenta e ha tentato di smontare anche la catena della seconda calata. Questa catena ha uno dei fix fuori di un centimetro. L'ancoraggio è stato collegato con un cordino ad un'ulteriore fix presente. Abbiamo eliminato tutti i mancorrenti in acciaio presenti e danneggiati da tempo, tranne quello prima della C16 (peraltro inutile). pablog